Salve

Questo Blog ha lo scopo di raggruppare le migliori Guide per la manutenzione del vostro fido Pc e i migliori Software, Antivirus, AntiSpyware e Utility Free con link diretti e sempre aggiornati, senza dover vagabondare in giro per cercarli. Spero vi sia di aiuto per risparmiare soldi nei centri di assistenza e aiutare gli amici in difficoltà. Se avete bisogno di suggerimenti o assistenza gratis per il vostro Pc inviatemi una Mail all'indirizzo in fondo alla pagina.

Filesharing: Glossario dei Film sulle reti P2P

 

Come riconoscere la qualità e l’origine di un film ancor prima di scaricarlo. A cosa servono e qual’è il significato e delle sigle (TAGS) spesso presenti nei nomi dei files video sulle reti P2P di Emule e Bittorrent.

La stragrande maggioranza dei files presenti sui principali canali di filesharing (ad esempio le reti KAD/ED2K di Emule e la rete BitTorrent) presentano nel nome numerosi TAGS, ovvero sigle atte ad indicare alcune caratteristiche specifiche. E’ proprio grazie a questi tags che possiamo conoscere la tipologia e la qualità di un film ancora prima di scaricarlo, ottimi per evitare di sprecare banda prelevando materiale che non soddisfa le nostre esigenze.

Anatomia di un nome

Già osservando il solo nome è possibile ottenere moltissime informazioni sull’eventuale file da scaricare. Vediamo un esempio relativo ad un film qualunque.

Nome.Film.2008.Italian.LD.CAM.Xvid-SILENT[Volpebianca]

Nome.Film – Si tratta ovviamente del titolo del film
2008 – Anno di produzione, utile nel caso in cui esistano diversi film con lo stesso titolo (es: remake)
Italian - La lingua audio
LD – Audio di buona qualità ricavato direttamente da una presa sulla macchina di proiezione
CAM – Il video è ottenuto da una ripresa effettuata con la telecamera all’interno del cinema. Di solito presenta una qualità medio-bassa.
Xvid – Tipo di codifica video, il formato Xvid (come pure il DivX) in particolare è adatto per la visione sul televisore di casa mediante un lettore DVD compatibile con lo standard MP4.
SILENT – Il nome del Releaser, la singola persona o il gruppo che ha creato ed immesso in rete tale file.
[Volpebianca] – nome del forum/sito web che ha recensito (e rinominato) il file successivamente alla sua immissione in rete.

Ovviamente questo è solo un esempio. Dal momento che il processo di nomenclatura non è standard, è possibile trovare differenze più o meno spiccate tra i vari files. In alcuni casi i TAGS sono specificati tra parentesi quadre.

rmarks, scritte e loghi atti ad indicare la provenienza e lo scopo di quella copia o il relativo copyright. Qualità: 8-9

DVD-SCR – Come l’SCR ma in questo caso il video proviene esclusivamente da copie in DVD. Qualità: 9-10

DVDrip – Il filmato è stato estratto (in gergo rippato) direttamente da un DVD originale. Qualità elevata: 10

R5 – Video proveniente da DVD russi (regione 5 nella classificazione regionale dei DVD). In alcuni casi questi filmati presentano sottotitoli in una lingua diversa da quella della traccia audio. Qualità: 9-10

BDrip – Film prelevato da disco Blu Ray. Trattandosi di un formato ad alta definizione la qualità è ovviamente altissima: 10+
I files con questo tag sono spesso filmati ad alta definizione (1080i o il più comune 720p). La maggiore qualità si paga però in termini di spazio (film che possono arrivare ad occupare diversi giga) e di potenza necessaria per poterli mandare correttamente in play. Per visualizzarli avete bisogno di un PC recente o un lettore multimediale evoluto di ultima generazione.

SAT/TV rip – Video registrato dalla televisione (digitale o analogica). La qualità è generalmente elevata: 9-10

HDTV rip – Registrato dalla televisione digitale in alta definizione. Qualità 10+

VHS rip – Ormai raro, utilizzato solo per titoli per cui non esistono versioni con migliore qualità. Film “rippato” da una videocassetta VHS. Qualità molto variabile, dipendente dallo stato del supporto e dell’attrezzatura utilizzata, da media a medio-bassa:  4-6

TAG Audio

I tags relativi all’audio indicano la sorgente dello stesso. Sono generalmente omessi quando il tag video viene riferito anche alla componente audio (es: CAM, DVDrip etc).

MD – [mic dubbed] – Audio registrato in sala con un microfono. Suono poco incisivo che presenta spesso riverbero ed effetto eco. La qualità è medio-bassa, dipendente dalle condizioni di ripresa e dall’attrezzatura utilizzata.

LD – [line dubbed] – Audio registrato direttamente dall’apparecchiatura usata per la proiezione. Qualità medio-alta.

DD – [digital dubbed] – Audio preso direttamente dalla traccia digitale dei dischi DTS (o DTS2) del cinema. Alta qualità.

TAG Codecs

I codecs utilizzati per comprimere i flussi audio/video. La loro conoscenza è utile per determinare in anticipo la capacità di visualizzare il file con un determinato player del computer o un lettore DVD stand-alone.

Divx/Xvid – [video] – Il diffusissimo codec proprietario DivX e la sua controparte libera Xvid, rappresentano una particolare implementazione della generica codifica video MP4. Solitamente questi filmati sono in formato .avi e presentano una traccia audio in mp3. L’accoppiata DivX/Mp3 (e quindi anche Xvid/Mp3) garantisce una buona compatibilità con i lettori DVD casalinghi e gli Hard Disk multimediali in grado di riprodurre video MP4.

MPEG-4 – [video] – E’ il nome per un insieme di standard per la codifica video. Fanno parte di questa famiglia anche i codecs Divx e H-264. Il relativo tag può apparire nel nome del file anche come MP4. Compatibile con i lettori stand-alone.

H.264 (o H264) – [video] – Anche chiamato MPEG-4 AVC (Advanced Video Coding) è un recente standard per la compressione video. Molto efficiente, garantisce una migliore qualità a parità di spazio occupato. E’ compatibile solo con i lettori stand-alone evoluti.

MP3 – [audio] – Il formato di compressione audio più diffuso. Molti lettori stand-alone sono pienamente compatibili con questo formato.

AAC – [audio] – Advanced Audio Coding. Formato di compressione audio creato dal consorzio MPEG, presenta una qualità superiore al formato MP3 a parità di bitrate.

AC3 – Audio rippato da DVD. Se presente, la dicitura 5.1 indica un file con traccia audio a 6 canali (5+1).

Tipi di File
Per riconoscere un qualunque file è necessario per prima cosa controllare la sua estensione. Nello specifico dei files video esistono diversi formati, più o meno diffusi, in grado di ospitare al loro interno flussi audio, video ed in alcuni casi anche i sottotitoli. Di seguito la lista dei formati maggiormente utilizzati per lo scambio di filmati sulle reti di filesharing
.

.AVI – Molto diffuso. Il contenitore multimediale più utilizzato in ambiente Windows. Supporta diversi codecs audio e video. In particolare i files .avi contenenti video divx (o xvid) e audio mp3 possono essere letti dai lettori DVD casalinghi e gli hard disk multimediali compatibili con lo standard MP4.

.OGG – Poco diffuso. Un formato Libero (di pubblico dominio) in grado di ospitare flussi audio e video con diversi codecs. Solo pochi modelli di player multimediali stand-alone sono in grado di leggerlo correttamente. Può essere visualizzato senza problemi con diversi player PC (es: VLC).

.MPG (MPEG)- Contenitore per flussi di tipo mpeg (solitamente mpeg-1 o 2)

.MP4 – Altro contenitore di flussi mpeg. Solitamente contiene una traccia video codificato in MPEG-4 e una traccia audio AAC.

.MKV (Matroska) – Contenitore multimediale in grado di supportare flussi multipli audio e video con diversi codecs e sottotitoli in vari formati.

.DIVX – Attenzione a non confondere i files con il TAG DIVX nel nome e quelli con estensione .divx. I primi sono generalmente files .AVI (vedi sopra), quelli invece con estensione .divx contengono solitamente video codificati con le ultime versioni dell’omonimo codec DivX. Solo i lettori certificati per tale formato sono in grado di leggerli correttamente.

Esistono ovviamente altri tipi di file (es: ASF, MOV, RM) ma la loro diffusione è molto limitata, almeno per quanto riguarda la distribuzione di materiale video sulle reti di filesharing.

Consigli: Se avete intenzione di guardare i filmati con il PC allora potete scaricare files in qualsiasi formato tra quelli elencati, per mandarli in play potete fare ricorso ad un player software universale come Videolan.
Se invece volete vedere i film sul televisore di casa utilizzando un hard disk multimediale o un lettore DVD compatibile mp4 allora, per andare sul sicuro, scegliete sempre i files .avi o al limite .mp4.

Altri  TAGS

SUB o SUBBED – Il film è sottotitolato nella lingua specificata dopo questo tag. Esempio: SUB.ITA

PROPER o INTERNAL – Il film può contenere varie imperfezioni: audio non sincronizzato o mancante in alcune scene etc.

REPACK – Si tratta di una riedizione corretta di un film già uscito nelle reti P2P.

UNRATED – Il film è privo di censure. Si usa generalmente per i film horror o contenenti scene di sesso.

LIMITED – Tag utilizzato per DVDrip introdotti nelle reti P2P molto tempo prima dell’uscita ufficiale del DVD.

REMASTERED – Film rimasterizzato in digitale. Tag usato solitamente per vecchi film.